lunedì 23 agosto 2010

Le riviste online


Il mondo delle riviste online è sempre più ricco. Sul sito issu.com si possono trovare, sfogliare e leggere tantissime riviste di vario genere, alcune delle quali vengano anche stampate e distribuite, mentre altre rimangono solo consultabili online. Completamente gratuite, le più interessanti sono dedicate al design, alla moda e alla fotografia. Ora che iniziano a spopolare strumenti elettronici di lettura come i touch screen (vedi l’Ipad, kindle and so on), la rivista online inizia ad acquistare quel peso e, talvolta, quell’autorevolezza che fin’ora le era pressoché preclusa al grande pubblico. Infatti molti editori della carta stampata stanno iniziando a pensare le loro riviste come consultabili completamente online. Se è così per il quotidiano, forse lo sarà anche per il magazine. Peccato perché la carta patinata di certe riviste è bellissima, perché te le puoi portare ovunque e non devi ricaricarla. Ma il vantaggio dell’elettronica è la quantità, la scelta, l’economia e un po’ di ecologia (consumo energia per caricare l’apparecchio ma risparmio in carta, inchiostro, trasporto…etc).

E qui con il digitale possiamo diventare tutti editori! Come i blog hanno fatto di chiunque uno scrittore o un opinionista, il magazine digitale sdogana l’editoria. Può darsi che la qualità cali, come paventano in tanti (soprattutto i “detentori” della Cultura), ma a leggere e sfogliare certe riviste online di fotografia e a vedere le immagini che pubblicano, c’è da tirare un sospiro di gioioso sollievo. Tanto che, parlando della carta stampata, in Italia una delle poche riviste fotografiche che si possono definire davvero tali sia ZOOM. Attuale e veramente molto bella non solo nei contenuti ma anche nell’impostazione grafica. Le altre sembran spesso fatte da o per principianti dell’immagine. Se non fosse per le notizie tecniche su attrezzature varie, che a volte ci si chiede se non sian sotto sotto sponsorizzate da qualche casa costruttrice. Ma comunque ben venga il pluralismo editoriale. Starà a noi scegliere e discernere. Già riviste online come BLUR magazine e FOTOBLUR sono la prova che la qualità esiste senza per forza avere dietro case editrici “rinomate” o appartenere alla carta stampata. Anzi, qui si ha l’opportunità di vedere lavori molto interessanti, emozionanti e originali. Anche banali a volte, ma questo non è solo appannaggio delle riviste online.

A chiuder quest’ode alla rivista online cito un recente avvenimento: un editore titolato ed autorevole come Einaudi non ha pubblicato Il quaderno dello scrittore portoghese José Saramago perché apertamente contro l’attuale governo.

Ode quindi all’universo virtuale popolato di riviste, blog e scritti liberi da qualsiasi logica di “mercato” e di potere.

© Elena Fantini 2010

1 commento: